Home / Consigli di viaggio / Prenotare il volo

Prenotare il volo

Il volo spesso è la parte del viaggio che incide di più sul costo totale. Ormai ci sono tantissime offerte per i voli, sia brevi che lunghi.

Ecco alcuni consigli:

1. Prenotare sempre molto tempo prima: questo consente di poter scegliere tratte e posti migliori e di usufruire di sconti e vantaggi. Per periodi come capodanno, le migliori offerte si trovano 5-6 mesi prima. Per voli intercontinentali meglio prenotare 4-6 mesi prima, anche se ormai verso mete come New York ci sono offerte anche fino a 1 mese prima.

2. Scegliere il periodo: ci sono variabili che incidono sul costo del volo. Per esempio, se è un periodo di festività nel Paese di partenza o di origine, o se si è nel mese di alta stagione. Quindi bisogna sempre controllare il calendario e valutare se, partendo magari una settimana dopo, si può risparmiare notevolmente. Soprattutto per capodanno le tratte cambiano costi in modo molto evidente solo qualche giorno più tardi, ma ovviamente si può voler viaggiare apposta in quel periodo per festeggiare il nuovo anno in una città particolare e non sempre si possono avere le ferie quando si vuole.

3. Valutare il tipo di tratta: spesso per lunghi voli è necessario fare scalo per qualche ora. Non bisogna scegliere scali né troppo brevi (io considero almeno 2 ore) né troppo lunghi: magari la seconda opzione può farvi risparmiare molto, ma vi assicuro che 8 ore in un aeroporto non sono consigliabili a nessuno. Inoltre, se le 2 tratte vengono acquistate contemporaneamente, non è necessario ritirare i bagagli e rifare il check in durante lo scalo (code share). Se i biglietti sono acquistati separatamente bisogna considerare che dovrete ritirare i bagagli e rifare il check in. Quindi per questi scali conviene calcolare almeno 3 ore (a seconda del Paese).

4. Prenotare online: io prenoto tutto su Internet, perché le agenzie ovviamente calcolano una percentuale di tasse (a volte superiore al 10%), preparano pacchetti più costosi e che non tengono conto di alcune esigenze. Per viaggi lunghi, ad esempio, si può pensare al fuso e all’orario in cui si atterrerà. Oppure a esigenze di lavoro, o semplicemente di budget. Internet permette di verificare il costo in tempo reale di tratte e posti e offre moltissimi sconti solo per gli utenti online. Serve solo un po’ di attenzione a date, orari, aeroporto di arrivo e partenza e alla tratta (scali, durata, ecc). Attenzione: al prezzo che visualizzate alla fine della ricerca vanno aggiunte le tasse del motore di ricerca, eventuali costi di bagaglio e l’assicurazione.

Ecco alcuni siti di comparazione voli che consiglio:
www.skyscanner.it
www.edreams.it
www.volagratis.it

5. Assicurazione e cambio nominativi: per esperienza, consiglio sempre l’assicurazione per annullamento: nell’arco di mesi possono succedere tante cose, per cui tanto vale essere coperti. Meglio sottoscriverla direttamente al momento della prenotazione (nelle opzioni prima del pagamento), perché farla personalmente costa un po’ di più.

Altra trafila, il cambio nominativi: alcune compagnie lo prevedono gratuitamente (EasyJet), altre a pagamento (Ryanair), altre non lo prevedono assolutamente (per esempio per voli verso gli Stati Uniti). Per cui quando si prenota fate molta attenzione a scrivere correttamente i nomi e il numero di documenti! Se per qualunque motivo il vostro compagno di viaggio rinuncia, spesso per voli verso alcune tratte occorre cancellare l’intera prenotazione e rifarla da capo, perdendo i soldi della prima. Per questo si possono sfruttare alcune voci dell’assicurazione (contratto lavorativo, malattia, infortunio) per cercare di recuperare i soldi. Ovviamente il tutto va supportato con documenti che attestano i fatti, quindi non si può inventarsi nulla. I tempi sono lunghi, ma solitamente si riesce a recuperare almeno il 70% della spesa.

6. Voli low cost: questi voli permettono di risparmiare molto, ma occorre fare attenzione a molti fattori.

Aeroporto di arrivo: spesso gli aeroporti di arrivo non sono quelli principali, quindi occorre poi spendere altri soldi per i collegamenti alla città e almeno 1-2  ore di viaggio in pullman o treno. Quindi calcolate se per voi è davvero conveniente!

Bagagli: il bagaglio in stiva è sempre a pagamento (minimo 25€), e quello a mano deve sottostare a regole molto rigide. Ultimamente i controlli sono ancora più stretti e se si eccedono peso o dimensioni occorre imbarcare il trolley in stiva con i costi che comporta.

Per cui, se si tratta di trascorrere 2-3 giorni in una capitale conviene ottimizzare il bagaglio e portare il trolley, ma se si rischia di portare troppo peso meglio imbarcare un bagaglio, magari in 2.

Le maggiori compagnie low cost dall’Italia sono:

Ryanair – www.ryanair.it: La compagnia a basso costo irlandese opera dall’Italia collegamenti per 16 paesi europei e il Marocco con un network che al momento serve 22 aeroporti italiani del nord, centro, sud e isole comprese.

EasyJet – www.easyjet.com: EasyJet attualmente opera da 16 aeroporti italiani del nord, centro, sud e isole con rotte nazionali ed europee.

Esistono molte altre compagnie italiane e europee con offerte vantaggiose.