Home / Tour / Cina / Cina: curiosità, consigli e leggende metropolitane

Cina: curiosità, consigli e leggende metropolitane

InformazioniItinerarioDiario di viaggioCuriosità e leggendePhoto Gallery

Curiosità:

I cinesi contano fino a 10 sulle dita di una sola mano. Non solo è difficile farsi capire a parole (quasi nessuno capisce l’inglese) ma anche a gesti talvolta si fa fatica. Questo perchè i cinesi utilizzano le dita di una sola mano per contare fino a dieci. Ecco come si conta:

contare fino a dieci in cinaUno: l’indice alzato
Due: il nostro simbolo di vittoria
Tre: indice, medio e anulare alzati
Quattro: come noi (pollice piegato)
Cinque: come noi (mano piena)
Sei: simbolo della cornetta (mignolo e pollice)
Sette: mano a carciofo
Otto: dita a pistola
Nove: indice a gancio e mano chiusa
Dieci : indice e medio incrociati oppure pugno

 

 

 

Il controllo delle nascite: è stato rivisitato in questo periodo. Nell’epoca di Mao infatti tutti facevano molti figli per aiutare le perdite umane subite in guerra, ma questo ha portato ad una crescita esponenziale della popolazione con tutti i problemi conseguenti.
Quindi si è poi deciso di concedere a ogni coppia di procreare un solo figlio (solo in campagna, per aiutare la famiglia, se la primogenita era femmina si concedeva un secondo figlio). Tante donne scappavano dalla città se restavano incinta del secondo figlio per cercare di non subire un aborto imposto. Ad oggi, se si è figli unici, si può procreare due figli, altrimenti uno solo. La multa per chi non segue le regole è altissima, oltre al pagamento in denaro si perde il posto di lavoro senza poter essere riassunti. Lo stato da’ gratuitamente contraccettivi alle coppie.

– La Cina è il Paese più popoloso del Mondo, con circa 1.4 miliardi di abitanti;

– Il 10% dei cinesi è ancora analfabeta;

Sopra i 40 gradi è vietato lavorare: per questo la temperatura ufficiale non supera mai i 39 gradi, anche se in realtà sarebbe più alta.

Una lingua a dir poco complicata… In cinese esistono 4 toni: ā, á, ǎ, à. L’esempio che utilizzano i cinesi è la sillaba “ma”, che se pronunciata col primo tono, mā, può significare “mamma” (妈), se pronunciata col secondo tono, má, può significare “canapa” (麻), se pronunciata col terzo tono, mǎ, può significare cavallo (马), se pronunciata col quarto tono, mà può significare “insultare” (骂).
I caratteri cinesi sono circa 56.000, ma la buona notizia è che per comunicare ne bastano anche 3.000. Ogni ideogramma poi è la somma di diverse parole, che ne formano una nuova: ad esempio, aeroplano in cinese si dice “macchina volante”, quindi l’ideogramma darà la somma delle due parole.
La cosa più semplice, da quanto ho capito, è che non esistono le coniugazioni dei verbi! Quindi per indicare il tempo di un’azione si usano indicazioni temporali: ad esempio, per il passato “io andare a Pechino 5 giorni fa”, per il futuro “io andare a Pechino tra 5 giorni”.

I cinesi sono agnostici, atei.
Ci sono alcune minoranze:
9 milioni di buddisti
6 milioni di cattolici
Minoranze musulmane e islamiche;

Lo zodiaco cinese si basa sull’anno di nascita, e ricomincia ogni 12 anni.
La legenda racconta che il Buddha, sentendo la morte avvicinarsi, chiamò a raccolta tutti gli animali della terra, ma solo 12 di loro andarono a salutarlo. Come premio per la loro fedeltà decise di chiamare con i loro nomi le fasi lunari (in ordine di apparizione) e renderli così immortali.
La tabella degli anni è la seguente:

Ecco in sintesi le caratteristiche dei segni zodiacali:

  • Topo – Dotati di fascino e capacità di seduzione. Grandi lavoratori.
  • Bufalo o Bue – Pazienti e laconici, ispirano grande fiducia.
  • Tigre – Sensibili, dotati di profondità di pensiero e coraggio.
  • Coniglio o Lepre – Ricchi di talento e ambizioni, col senso degli affari.
  • Drago – Godono di buona salute e grandi energie; sono un po’ testardi.
  • Serpente – Parlano poco, sono molto saggi e generosi.
  • Cavallo – Simpatici e molto gioiosi; a volte rischiano di parlare troppo.
  • Capra o Pecora – Eleganti e con notevoli capacità artistiche.
  • Scimmia – Imprevedibili, inventivi, abili e flessibili.
  • Gallo – Iper attivi, pensano di avere sempre ragione anche se sbagliano.
  • Cane – Fedeli e leali, ma talvolta anche egoisti ed eccentrici.
  • Maiale o Cinghiale – Coraggiosi, galanti e gentili, non arretrano mai.

Il terreno cinese è proprietà statale, anche la casa. Chi vuole comprare casa ha il diritto di tenerla per 70 anni una volta acquistata, dopodichè ritorna allo Stato.

Ci sono 5 regioni autonome (tra cui il Tibet), che sono le più povere. Dell 56 diverse etnie, il 93% sono Han.

– Solo in Cina esiste un’auto che si chiama Ququ, ha 4 posti e aria condizionata, e costa solo 2500 euro.

– Anni fa i cinesi avevano chiesto a Fiat di produrre un auto per la Cina, ma Agnelli al tempo disse che c’erano troppe bici in Cina e non gli interessava aprire la produzione in questo Paese. Così Wolkswagen in pochi anni ha raggiunto il 90% del mercato in Cina. In seguito Fiat ha cercato di produrre alcuni modelli come la Palio, ma non capendo che chi in Cina acquista un auto (si può avere un’auto per nucleo familiare) lo fa soprattutto per status è stato un buco nell’acqua.
A Shanghai c’è una grande fabbrica Wolkswagen, ed i taxi sono tutti Santana (un modello che da noi non esiste più).

Il 90% della produzione di perle viene dalla cina.

– Perché si porta la fede all’anulare? I cinesi lo spiegano così : unite tutti i polpastrelli delle dita, e mettete i due medi verso il basso. Provate a muovere i pollici, che simboleggiano i genitori. Muovete poi gli indici, che sono i figli. Muovete poi i mignoli, che sono i fratelli. Provate a muovere gli anulari: non si riescono a muovere, perché simboleggiano la coppia, dove i partner non si possono allontanare.

– Ormai tutti i motorini in Cina sono elettrici. Nuove immatricolazioni di moto e motorini sono vietate.
Stanno iniziando a circolare le prime auto elettriche, con autonomia di 250 km.

In tutta la Cina l’acqua non è potabile, e non esiste acqua frizzante in bottiglia.

 – I principi di Confucio e i testi sono obbligatori a scuola;

Leggende metropolitane:

I cinesi mangiano tutto ciò che si muove? SHANGHAI_SUZHOUSì, lo dicono loro stessi, quindi le leggende metropolitane che circolano nel Mondo non sono soltanto leggende. Questo avviene soprattutto nelle zone rurali, realmente povere. Nella zona di Guilin, per esempio, ci sono gabbie fuori dai ristoranti dove poter scegliere quale nutria, ratto, tapiro, e altri animali mangiare. Non è raro anche in grandi città come Shanghai trovare acquari con tartarughe e altri tipi di pesce anche rari all’interno dei ristoranti, in modo da poter scegliere quale mangiare.

I cinesi non muoiono mai? E’ verissima la diceria per cui i Cinesi usano i documenti dei morti per poter usufruire dei loro diritti agli spostamenti. Quando si dice “non ho mai visto un cinese morto” è perché quasi sempre dopo la pensione gli anziani tendono a tornare al loro paese d’origine. Dato che sono atei, quando muoiono vengono cremati con una funzione veloce.
Non tutti i cinesi possono però espatriare così facilmente, solo agli abitanti di alcune regioni (spesso le più povere) è concesso di poter andare in altri Paesi per motivi di studio/lavoro.

I cinesi fotografano tutto! Sì, confermo, a livelli maniacali. Non mi era mai capitato di trovare una folla di gente simile, che spinge e sgomita per fotografare anche le cose meno sensate….

I cinesi non sanno l’inglese: non mi era mai capitato, nemmeno nei Paesi più poveri del Mondo, di incontrare una tale difficoltà nel farmi capire. Nemmeno negli hotel capiscono parole base come Coca Cola o birra, figuriamoci per far capire toilette o bagni nelle città di periferia. Armatevi di pazienza e gesticolate, ce la potete fare.


Consigli:

Contrattare: contrattare fa parte della cultura cinese, e solitamente nei mercati alla richiesta di un prezzo la prima risposta è sempre il doppio della reale cifra. Dopodichè, rispondendo che è troppo, si mette mano alla calcolatrice (essendo difficile dialogare) e si comincia a contrattare. Consiglio di non comprare souvenir a Pechino ma di aspettare verso Sud, perchè i prezzi scendono notevolmente!