Home / Tour / Kenya / Kenya: Consigli

Kenya: Consigli

InformazioniCosa vedereAlberghiTrasportiCosa portareConsigliDiario di viaggioPhoto Gallery

Antimalarica sì o no? Non esiste una risposta a questa domanda. L’antimalarica è consigliata, ma non obbligatoria. Dipende innanzitutto in che stagione si va in questo Paese: nella stagione delle piogge è molto più probabile trovare zanzare, ma soprattutto nelle zone interne e durante i Safari, vicino a pozze d’acqua ad esempio. Nella stagione secca ho trovato pochissime zanzare, che si possono evitare con spray repellenti molto forti e zampironi. Io ho fatto l’antimalarica e sono stata molto male, rischiando di rovinarmi il safari. Queste pastiglie sono molto forti, fanno soffrire molto fegato e reni, ma gli effetti collaterali possono anche non comparire, è molto soggettivo.
Io avevo optato per il Malarone, dovendo fare un periodo breve, più costoso di altri antimalarici (circa 60€ a scatola, per un ciclo completo ne servono 2), ma con una lista di effetti collaterali inferiore ad altri. Molto utilizzato è il Lariam, acquistabile con il Servizio Sanitario Nazionale. Sottolineo però che tutti gli antimalarici coprono solo alcuni ceppi di malaria, e non rendono immuni da eventuali altri ceppi. Consiglio quindi di portare sempre con sé altri repellenti e di coprirsi sempre molto bene soprattutto la sera. Sono da evitare profumi e creme che possono attirare gli insetti.

Solidarietà: un viaggio in Africa non vuol dire secondo me mettersi su un lettino e ammirare la spiaggia. Certo, nessuno impone di vedere la realtà dei paesi e dei villaggi, ma ritengo che sia indispensabile. Visitare un orfanotrofio, un ospedale, un villaggio ti apre la mente e il cuore. La mia valigia era a metà: metà cose utili per il viaggio, metà magliette e matite da distribuire nei villaggi e nelle scuole. L’uso che ne faranno poi dipenderà da loro. Non portate quaderni perché ogni scuola ha una propria divisa e un proprio tipo di copertina, quindi potete acquistarli là con pochi centesimi. Sul posto potrete comprare sapone, farina, pannolini, biscotti. Con pochi euro farete felice una intera comunità di persone. Eventualmente, per non muovervi da soli, chiedete ai Beach Boys di accompagnarvi in un orfanotrofio vicino, in modo da avere una “guida” che parla la lingua e può consigliarvi cosa è meglio portare.

Contrattare: anche qui è una norma contrattare negli acquisti. Il loro stipendio medio è di circa 70€ al mese, quindi sanno bene che per noi 5€ o 10€ valgono poco rispetto a quanto valgono per loro. Per questo però a volte partono da un prezzo molto alto, e non si offendono di certo se volete contrattare. Attenzione perché con i Masai (quelli veri) non si può contrattare, è proprio parte della loro cultura. Se andrete nei loro villaggi spenderete molto rispetto ad altri posti. I Masai che vi aspettano invece all’entrata di Amboseli sono più aperti e potrete portare a casa i loro souvenir spendendo molto meno che all’interno.

Portare banconote di piccolo taglio: In merito al punto precedente, io consiglio sempre di portare dollari di piccolo taglio in carta o pezzi da 5€. Non sono mai ben accette le monete, che loro fanno fatica a cambiare. Con i dollari risolverete il problema, dato che partono da pezzi da 1! Se pagherete con pezzi da 50€, vi ritroverete il resto in scellini. Se siete a fine vacanza, sono difficili da smaltire.

Chiedere il permesso di fotografare: la prima cosa che viene in mente pensando alle fotografie in Africa, oltre agli animali del Safari, sono i bambini. Questi bambini sono meravigliosi, così affettuosi e pieni di vita. Ma vivono in una povertà indescrivibile, e capita di volerli fotografare proprio per far capire a chi ci aspetta a casa lo stato in cui vivono. Non sono fenomeni da baraccone però, siate sempre rispettosi e chiedete sempre il permesso di fotografare, sia loro, sia la famiglia.

Beach Boys: sulla spiaggia, quando arriverete bianchi come il latte, vi aspettano i Beach Boys. Sono ragazzi del posto che vi offriranno escursioni e gite a prezzi molto più bassi delle agenzie del posto. Sono davvero molto insistenti a volte, quando scende la marea solitamente ogni coppia di persone verrà “scortata” da uno di loro nella passeggiata. È il loro lavoro, quindi siate sempre gentili. Se deciderete di accettare l’offerta di uno di loro, state certi che vi scorterà per tutta la vacanza e non vi farà infastidire da altri beach boys. Molti hanno ormai un proprio sito Internet, quindi potete informarvi sulla loro reputazione e sui loro prezzi anche prima di partire. Io mi sono sempre trovata benissimo con loro, soprattutto per gite brevi di mezza giornata o di una giornata.

Portare cose utili: I resort in Kenya hanno spesso poche stanze, un’animazione soft e .. corrente fino alle 23. Non ci sono molti posti al di fuori dei villaggi per trascorrere le serate. Quindi consiglio di portare davvero il minimo indispensabile, e soprattutto cose utili come medicine, una torcia, scarpette per il mare per affrontare la bassa marea, e creme solari.

Rispettare le regole: Soprattutto durante i Safari, ci sono regole ben precise da rispettare. Tra le più importanti, il divieto di scendere dai mezzi e di abbandonare le piste segnate. Questo proteggerà voi e chi viaggia con voi, e anche l’ecosistema.

– Una promessa è una promessa: questi popoli sono incredibilmente affascinanti e sanno cosa vuol dire la parola fiducia. Una parola data per loro è una parola data. Se non avete soldi con voi, vi daranno la merce scelta in cambio della vostra parola che tornerete con i soldi. Non deludeteli, e portate sempre rispetto. Seppur nella povertà, questi gesti insegnano molto a noi cosiddetti “civilizzati”.

LINK UTILI:

Safari: consiglio Ombretta viaggi, una ragazza italiana che lavora in Kenya da anni, con cui ci siamo trovati molto bene. www.kivulitoursafari.com

Beach Boys che raccomando (spiaggia sull’Isola dell’amore):
Morris: per Safari e gite
Franco Nero: per gite e visita agli orfanotrofi
Massimiliano: chiedete a lui di mangiare sulla spiaggia!
Ligabue: per gite
Zucchero: per gite

www.viaggiaresicuri.it/?kenya

www.kenya.it/

www.magicalkenya.com/

www.kenyavacanze.com/

www.lonelyplanetitalia.it/destinazioni/africa/kenya/

Ambasciata d’Italia a NAIROBI
International House – Mama Ngina Street, 9° piano
P.O. Box 30107 – 001001 GPO
Tel: +254 20 247750/247696/247755
Fax: +254 20 247086
E-mail: ambasciata.nairobi@esteri.it; consolare.nairobi@esteri.it

Consolato onorario d’Italia a MOMBASA
Southern Engineering, Mombasa
tel: 041312626
tel 2: cell. (00254 733) 631480

Consolato onorario d’Italia a MALINDI
Lamu Road, (Post Office Area), Mulla Building, Malindi
tel: 042- 20502/31170
tel 2: cell. (00254 722) 825392

Numeri utili
AMREF Flying doctors
tel: 315454
tel 2: 315455

Emergenze
tel: 999

Polizia
tel: 222222

Pronto soccorso
tel: 222181
tel 2: 222182
tel 3: 222183

Servizi medici di soccorso
tel: 20-604767

Soccorso stradale
tel: 02-825067 per tutto il Paese

Ufficio del turismo
Kenya Tourist Board
Kenyake Towers, Ragati Road, Upper Hill, Nairobi
tel: 20-719924/26/28/31,
fax: 02.719925

Kenya Tourist Board
Malindi Centre, Lamu Rd, Malindi
tel: 0123-70747