Home / Tour / Sri Lanka / Sri Lanka | Consigli

Sri Lanka | Consigli

InformazioniItinerarioAlberghiTrasportiConsigliLink utiliDiario di viaggioPhoto Gallery

Alzarsi molto presto: quando cala la sera non c’è molto da fare, a meno che non siate al mare. Quindi il mio consiglio è di alzarsi prestissimo e godersi da subito la giornata (soprattutto per visitare i parchi e per fare trekking/escursioni). Eventualmente insistete anche con la guida, se è necessario.

Guesthouse? Non sempre ne vale la pena: Solitamente si cerca di risparmiare scegliendo soluzioni anche un po’ più scomode ma che costino meno. In Sri Lanka non lo consiglio, Hotel di fascia media costano praticamente come guesthouse locali, che non sono invece nello standard medio. Soprattutto nei periodi di pioggia rischiate di non dormire all’asciutto e di dovervi continuamente spostare.

Pranzi on the road: nei tour sono solitamente esclusi i pranzi, ma lungo la strada si trovano piccoli banchetti con crackers, polpettine di lenticchie (wade), samosa e tantissima frutta. Si spende davvero pochissimo, circa 2-3 euro massimo a coppia.

Evitare la mezza pensione a Mirissa: La spiaggia di Mirissa di notte si accende di fuochi e si anima di ristorantini in riva al mare dove scegliere pesce appena pescato e menù un po’ diversi dal solito. Sconsiglio di cenare in hotel se si soggiorna in questa località!

Insistere con la guida: se viaggiate con una guida noterete che spesso si tende a fare il giro concordato senza tappe extra. Se trovate altre mete interessanti insistete per inserirle, solitamente il tempo a disposizione lo consente.

Esperienze spirituali: Adam’s Peak. Credo non ci sia nessuna esperienza come questa in Sri Lanka, un luogo unico al mondo e meta di pellegrinaggio per 4 religioni. Per raggiungere la vetta bisogna affrontare 4.500 gradini, per arrivare a 2.243 metri di altitudine. Normalmente per salire occorrono circa 3-4 ore. Per fare in tempo a vedere l’alba in cima bisognerebbe incamminarsi verso le 2 di notte, ed è preferibile dormire qualche ora prima. Di conseguenza è da valutare sia la propria preparazione fisica sia il tempo a disposizione all’interno dei giorni del tour.