Home / Tour / USA: West Coast e Parchi

USA: West Coast e Parchi

InformazioniItinerarioDiario di viaggioDove dormireTrasportiSposarsi a Las VegasConsigli

WEST COASTWEST COASTUn viaggio negli Stati Uniti è un sogno che si avvera, soprattutto per chi come me adoro l’America alla follia.
La West Coast ti resta nel cuore, con i suoi parchi dai panorami mozzafiato, chilometri di strade da percorrere in mezzo a paesi sconosciuti, contrasti tra città troppo enormi da descrivere e accampamenti di indiani nelle riserve.
La preparazione di questo viaggio ha richiesto molto tempo per poter sfruttare al meglio le giornate, ma ne è valsa la pena.
Non posso descrivere tutto quello che ho provato ma spero di potervi trasmettere la voglia di visitare questi Stati.

Uno dei consigli per me fondamentali è: andateci con persone che io definisco “smart”, che sappiano un po’ di inglese e siano affidabili per traversate in macchina di ore in mezzo al nulla, e soprattutto siano curiosi di visitare posti nuovi e diversi. Sinceramente per questo tipo di viaggio consiglio un gruppo molto piccolo (massimo 4 persone), soprattutto se non sono stati prenotati gli alberghi prima. I posti da vedere sono tantissimi e i tempi (di solito) molto stretti.

Qui sotto trovate alcune informazioni utili, e nell’itinerario troverete le tappe giorno per giorno.

Periodo di viaggio: fine Giugno – inizio Luglio
Durata del viaggio: 16 giorni
Budget: 2.000€

Informazioni utili:

Volo: circa 13 ore di volo in partenza da Roma/Milano per Los Angeles/San Francisco. Solitamente si fa uno scalo, Alitalia ha inserito la nuova tratta Roma/L.A. diretta.

Fuso orario: -8 ore d’estate e -9 d’inverno.

Lingua: Americano, Inglese.

Documenti: Da gennaio 2009, si richiede ai turisti di deporre una domanda d’autorizzazione di viaggio su Internet almeno 72 ore prima della partenza: gli ESTA (www.dhs.gov/us-visit). Deve essere portata con sé in aeroporto al momento della partenza, e conservata fino al ritorno. Se si è in possesso del vecchio modello di passaporto, è necessario chiedere il visto perché questo tipo di passaporto non è leggibile nelle macchine automatiche, quindi non sicuro secondo la legislazione americana: è possibile utilizzarlo fino alla data di scadenza. Se si utilizza un passaporto vecchio modello, indipendentemente dalla data di rilascio, è necessario chiedere un visto.
Arrivati all’aeroporto, vengono imposte la presa delle impronte digitali e le fotografie d’identità digitali per tutti i cittadini stranieri, compresi i paesi esenti dal visto, tra cui l’Italia.

Moneta: La moneta é il dollaro americano (USD), diviso in 100 cents. Tutte le grandi città sono provviste di sportelli automatici e di distributori bancari «24 Hours Banking», che permettono di ritirare contanti ovunque e con qualunque carta di credito internazionale. Verificate che la vostra carta, soprattutto se ricaricabile, funzioni perfettamente anche all’estero.

Salute: Non è obbligatoria alcuna vaccinazione particolare, ma raccomando di stipulare un’assicurazione prima della partenza (spesso con l’acquisto del volo ne viene proposta una che copre almeno cure e spese di rimpatrio), in caso di malattia o incidente. In America infatti non esistono ospedali pubblici come in Italia, e qualunque prestazione sanitaria ha un costo molto elevato.

Elettricità: La norma in vigore negli Stati Uniti è il 110 V 60 Hz. Le prese elettriche sono a 2 o 3 maschi, e serve per forza l’adattatore. L’adattatore va benissimo per i caricabatterie per esempio, ma per prodotti che richiedono più potenza consiglio di comprare già alcuni apparecchi con la presa americana (phon, ecc), o di acquistarli sul posto.

Tasse: I prezzi dei prodotti esposti nei negozi si intendono sempre al netto delle tasse, occorre però aggiungere la tassa statale in cassa, variabile dal 5% al 10%. Può essere applicata una tassa locale supplementare. Anche per quanto riguarda l’Hotel, verificate al momento della prenotazione se le tasse sono incluse o esclude.
Per quanto riguarda i ristoranti, i prezzi del menu sono al netto della mancia (a meno che non sia specificato il contrario). Quando arriva il conto, troverete una riga con scritto “tip” dove compilare la mancia da riconoscere, che varia dal 10% al 20%: dovrete compilare lo scontrino calcolando il totale, e affidare al cameriere la carta di credito in caso di pagamento con carta. Ricordo che la mancia è obbligatoria in America, perché in Italia i prezzi calcolano già tutti i costi accessori, mentre in America il servizio è escluso salvo eccezioni.